Ambulatorio di Medicina Riabilitativa

Ernia Discale, cos’è e come curarla.

Ernia Discale, Cos'è e Come Curarla

Le problematiche legate alla colonna sono in continuo aumento e i motivi sono evidenti quasi a tutti: vita sedentaria, poca attività sportiva e molto stress.

Tra le cause del mal di schiena avrai sicuramente sentito nominare l’ernia del disco. Forse ti hanno detto che ce l’hai o magari lo hai letto nel referto della tua risonanza magnetica o ancora te ne ha parlato qualcuno che conosci.

Che tu abbia già una diagnosi o solo un sospetto questo articolo può esserti utile per capire esattamente cosa è e come curarla!

Partiamo dall’ANATOMIA

Escludendo osso sacro e coccige, la nostra colonna vertebrale è costituita da 24 vertebre :

-7 cervicali

-12 dorsali

-5 lombari

Tra una vertebra e l’altra troviamo i dischi intervertebrali.

Il disco intervertebrale ha il compito di stabilizzare il movimento tra le vertebre e ammortizzarne il carico.

Si chiama disco perché riprende la forma circolare del corpo vertebrale sopra il quale è posizionato, ed è costituito da due parti:

  • Nucleo polposo: è chiamato “nucleo” poiché si trova al centro del disco e ha una consistenza semiliquida;
  • Anulus fibroso: è un anello fibroso che si trova nella parte esterna del disco e serve a proteggere il disco e a contenerne il suo nucleo.

ERNIA DISCALE LOMBARE : che cos ‘è

L’ ernia discale lombare è definita come “ la dislocazione focale di materiale discale oltre i margini del corpo vertebrale che può determinare segni e sintomi neurologici correlati alla compressione meccanica e all’irritazione infiammatoria delle radici nervose (radicolopatia) “.

In pratica , per effetto di un’alterazione strutturale, la componente interna del disco (nucleo) forza la parte più esterna (anulus). L’ernia del disco produce dolore quando fuoriesce in prossimità della radice nervosa e la comprime.

In questi casi i sintomi più diffusi sono:

  • Dolore: localizzato alla schiena oppure irradiato all’arto inferiore. Nelle ernie delle vertebre lombari il dolore può raggiungere anche le dita del piede;
  • Formicolio: anche in questo caso il formicolio può irradiarsi lungo il territorio innervato dalla radice nervosa compressa;
  • Parestesia e perdita della forza: sono anche questi dei segni clinici della sofferenza nervosa, che compaiono nelle condizioni avanzate.

L’ernia del disco viene classificata a seconda del suo aspetto (protrusione, prolasso, estrusione, sequestro) e a seconda della sua posizione valutata radiologicamente (paramediana, centrale, intraforaminale ed extraforaminale).

Tendenzialmente con il termine protrusione discale si indica una parziale fuoriuscita del disco dalla sua normale sede anatomica mentre si parla di ernia del disco quando c’è la fuoriuscita del nucleo polposo.

In alcuni casi, l’erniazione massiva di materiale discale, anche se rara, può portare allo sviluppo della sindrome della cauda equina, un emergenza medico-chirurgica caratterizzata da disturbi sensitivi perineali a sella, paresi/paralisi acuta degli arti inferiori e disturbi sfinterici.

Se ho l’ernia al disco devo essere operato!!

Questa è la paura di molti!

Sarai felice di scoprire che solo alcune ernie sono chirurgiche e che il trattamento conservativo fatto da terapie per la gestione del dolore e dell’infiammazione e da fisioterapia per migliorare il reclutamento muscolare e la qualità del movimento sono la scelta migliore e più indicata nella maggioranza dei casi.

Da QiFisio abbiamo creato un metodo specifico per il trattamento delle problematiche lombari e delle ernie del disco.

Il primo Step è uno Screening per capire se ci sono deficit sensitivi, neurologici o sfinteriali in presenza dei quali è d’obbligo una valutazione neurochirurgica.

Se il neurochirurgo non riterrà opportuno l’intervento si inizierà il Secondo Step la Terapia Medica insieme al Terapista del dolore che grazie a terapie farmacologiche o infiltrative (come ad esempio l’ozonoterapia) si occuperà della gestione del dolore e dell’infiammazione.

Successivamente nel terzo Step, grazie alla fisioterapia ed in particolare all’Esercizio terapeutico si andrà a lavorare sul movimento e sulla parte muscolare per evitare recidive e mantenere il benessere nel tempo.

Perché per Noi di QiFisio non c’è cura senza Prevenzione!

STEP, i passi giusti per la cura della tua schiena!


Se hai un dolore alla schiena che non passa …. Se ti hanno detto che hai l’ernia del disco … Se hai un formicolio alla gamba e vuoi capire cosa sta succedendo…

Non aspettare! Prenota il tuo Screening della Colonna e inizia il tuo Percorso con NOI!

Prenota la tua Consulenza

Condividi:

Articoli Correlati

il Dolore Femoro-Rotuleo: sintomi e rimedi

Il Dolore Femoro-Rotuleo: sintomi e rimedi

Il dolore femoro-rotuleo del ginocchio è una problematica molto comune, soprattutto per chi pratica sport (primo infortunio per i runner), colpisce maggiormente il sesso femminile