Ambulatorio di Medicina Riabilitativa

A Natale scegli di stare bene e di far star bene

Progetto TOUBA: l'acqua è vita

L'ACQUA è VITA

L’associazione TOUBA nasce nel 2019 con il fine di realizzare un progetto di approvvigionamento, potabilizzazione e distribuzione dell’acqua nella regione senegalese di Fatick, più precisamente nel villaggio di Mboul Souka.
Qui l’attività economica è basata essenzialmente sull’agricoltura, in particolare sulla coltivazione di miglio e arachidi ma le condizioni climatiche del paese stanno diventando sempre più complesse a causa dei fenomeni di cambiamento climatico e della scarsità di acqua dolce. A ciò si aggiunge il grave problema della salificazione delle acque delle falde acquifere che negli ultimi trent’anni ha colpito gran parte dei terreni lungo diversi tratti di costa.

Nel 1985, quando le condizioni dell’acqua rientravano ancora nei criteri sanitari accettati dall’OMS, il governo senegalese aveva dotato l’area di Mboul-Soucka di un pozzo di estrazione, ma con il passare del tempo la falda sotterranea ha raggiunto i livelli di fluoro e salinità tali da rendere l’acqua non utilizzabile per nessuno scopo alimentare né agricolo.

Semou Diouf, fondatore dell’associazione, è originario di Mboul Souka ma vive e lavora in Italia. Negli anni, è riuscito ad attivare una rete di esperti e consulenti che hanno progettato un impianto che, una volta installato sul pozzo già esistente, permetterebbe di desalinizzare e potabilizzare l’acqua delle falde risolvendo una volta per tutte il problema dell’approvvigionamento idrico.
L’investimento per la realizzazione del progetto è pari a 200.000 € circa e permetterebbe di produrre circa 143m cubi di acqua al giorno, quantità che permetterebbe di coprire il fabbisogno di 8.400 perso- ne oltre che i costi di gestione dell’impianto. Parallelamente, l’associazione Touba sta promuovendo un altro importante progetto: la costruzione all’interno del villaggio, di un presidio di pronto soccorso per l’erogazione di cure mediche. Anche questo contribuirebbe a migliorare le condizioni di vita e sicurezza della popolazione visto che il primo ospedale si trova a molti kilometri di distanza e gli unici mezzi di locomozione ad oggi, sono rappresentati da asini o cavalli. L’investimento per questa seconda opera, che era già in fase di costruzione, ma i cui lavori sono stati interrotti per mancanza di fondi, è di circa 11.000 €. In attesa di poter realizzare i due progetti più ambiziosi, l’associazione è comunque riuscita a realizzare, sempre grazie a donazioni, alcuni progetti meno dispendiosi ma non meno impor- tanti per la comunità di Mboul Souka come:

– la realizzazione di una rete di 2 km di tubi che permette agli abitanti del villaggio di avere a disposizione acqua potabile anche se in scarsissima quantità
– la fornitura di una trebbiatrice per velocizzare il processo di raccolta del miglio
– la riattivazione dei mulini
– la costruzione di un magazzino per lo stoccaggio del raccolto

 
 

COSA POSSIAMO FARE:

L’associazione ad oggi ha preso contatto con la rete di Banca Etica per ottenere un finanziamento che possa coprire almeno una parte dei costi ma necessita di donazioni che possano aiutare a coprire la quota rimanente. Ognuno di noi può fare una donazione, anche piccola, all’associazione e contribuire così a migliorare le condizioni di vita degli abitanti di Mboul Souka, dando loro l’opportunità di riscat- tarsi da questa condizione di estrema povertà. Così facendo, permetteremmo alla popolazione di conti- nuare a vivere nelle loro terre d’origine contrastando il fenomeno dell’immigrazione a cui spesso queste persone sono destinate con esiti a volte nefasti per loro e per le loro famiglie.

Ci rivolgiamo a tutti, privati e aziende ma soprattutto a tutti coloro che pensano, come noi, di avere avuto la grande fortuna di nascere in un luogo dove l’acqua è abbondante e pura e che vogliono far sì che anche altre persone, al momento non altrettanto fortunate, possano finalmente usufruire di un bene così prezioso che è prima di tutto un dono della natura che a nessuno dovrebbe essere negato. Attual- mente l’associazione non ha un sito internet ma una pagina Facebook dove, chi lo desidera, può aggiornarsi sullo stato di avanzamento del progetto.

Vi ricordiamo, inoltre, che le donazioni sono in parte detraibili, vi basterà inviare una mail all’indirizzo sotto indicato con i vostri dati (nome, cognome, indirizzo e codice fiscale in caso di privati, partita iva in caso di aziende o liberi professionisti)

TOUBA Associazione di promozione sociale

Banca Popolare Etica – Filiale di Firenze

IBAN: IT15S0501802800000016820078

CAUSALE: donazione in favore del progetto “L’acqua è vita”

mail per richiedere la detrazione: ass.ps.touba@gmail.com